- ANEC SICILIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

 


Alla 61^EDIZIONE DEL TAORMINA FILMFEST 2015,
la Presidenza nazionale dell'AGISCUOLA in collaborazione con L'ANEC SICILIA, ha partecipato con una Giuria formata dai ragazzi selezionati dalle 7 Giurie siciliane del Premio David Giovani 2014/2015, e rispettivamente dalle sedi di :

ALI' TERME ( CINEMA VITTORIA)- ME
ALCAMO      ( CINEMA ESPERIA)- TP
CATANIA  ( MULTISALA PLANET)
MESSINA ( CINEMA LUX)
VITTORIA ( MULTISALA GOLDEN)- RG
SCIACCA (MULTISALA BADIA GRANDE)- AG
TERMINI IMERESE (MULTISALA EDEN)- PA
articoli a cura di Maria Lombardo su LA SICILIA E sicilia.it

"La 61esima edizione del TaorminaFilmFest, si è chiusa sabato 20 giugno con un bilancio positivo
 registrando una grande affluenza di pubblico che ha raggiunto un totale al solo Teatro Antico di circa 18mila presenze segnando un netto incremento rispetto alla scorsa edizione. 

"Come sempre quando arriviamo alla fine del festival siamo stremati ma felici. - ha dichiarato Tiziana Rocca, General Manager del Festival - Nonostante le molte difficoltà e il budget ridotto siamo riusciti a rispettare tutte le promesse, a portare alcuni dei nomi più grossi di Hollywood al pari di grandi star italiane e animare con loro TaoClass, incontri e presentazioni. 

Quest’anno con il Concorso Internazionale il TaorminaFilmFest ha voluto dare voce anche ai giovani con la Giuria Agiscuola grazie al Presidente regionale ANEC Sicilia Paolo Signorelli e al Presidente Nazionale Agiscuola Luciana Della Fornace. Sette i ragazzi componenti la giuria: Martina Bertuccio, Giovanni Cascone, Monica Fundarotto, Antonino Pace, Annalisa Grancagnolo, Federica Grisafi, Marco Fallanca che hanno decretato i vincitori della 61esima edizione. 

Il film vincitore del Concorso Internazionale TAO61 a cui va il Cariddino d'Oro è Krisha (Usa, 2015) di Trey Edward Shults con Olivia Grace Applegate, Bryan Casserly, Alex Dobrenko. La pellicola segue le vicende di Krisha che dopo tanto tempo torna a casa per il giorno del ringraziamento trovando ostilità da parte di alcuni familiari. E’ però una nuova occasione per riallacciare i rapporti con il figlio che non ha potuto crescere, anche se lui non ne vuole sapere.

Per la nuova linea di concorso TaoEdu - che ha presentato titoli rivolti a un pubblico di ragazzi e selezionati in accordo e in collaborazione con Vincenzo Spadafora, Garante per l’infanzia - è stato premiato con il Premio TaoEdu-Garante per l’infanzia/Città di Taormina il docu fiction SanBa (Italia, 2015) di Valentina Belli con Fabio Grimaldi, Teresa Campus, Cristiano Battista, Andrei Donosa, Valeria Maiorano, Simone Pallotta. Il film racconta le storia di Fabio un adolescente di San Basilio, una delle più difficili e problematiche periferie romane. Ha un tocco artistico e una natura sensibile, ma nel suo quartiere non c’è spazio per la creatività e l’unico modo per fuggire è la droga. Ma Fabio sarà in grado di scegliere un’altra strada? E il quartiere di “Sanba” sarà in grado di cambiare?
Per la sezione Filmmaker in Sicilia, il Premio Cariddi - sempre decretato dalla Giuria dei giovani - è stato assegnato a L'ultimo metro di pellicola di Elio Sofia che racconta l'epocale passaggio dalla pellicola in favore della totale digitalizzazione delle filiera cinematografica per come è avvenuto in Sicilia, ultima regione d’Italia a "digitalizzarsi". Il racconto di tale passaggio, nelle parole di proprietari di sale cinematografiche, di anziani proiezionisti e di tecnici specializzati nell’uso della pellicola, è scandito dalle immagini di chiusura di molte sale cinematografiche, dallo smontaggio dei proiettori e dalla materiale distruzione della pellicola; ai loro ricordi è affidato il personale rapporto d’amore e lavorativo avuto con la pellicola. Preziose le testimonianze offerte dal Regista e Direttore della Fotografia Daniele Ciprì grande conoscitore e amante della pellicola come supporto tecnico capace di offrire allo spettatore una "falsa magia" che il digitale "estremamente reale" non può dare.

TAORMINA - La giuria degli studenti dell’AGISCUOLA - ANEC SICILIA, riunita a Taormina in occasione della 61a edizione del Taormina Film Fest, ha assegnato i Premi ai film in concorso.
Per «Film-maker In Sicilia» è stato premiato «L’ultimo metro di pellicola» di Elio Sofia per «l’elogio appassionato e mai nostalgico col quale racconta il passaggio dall’analogico al digitale». Il film del giovane filmmaker catanese è un’opera.
Per la sezione «TaoEdu» è stato premiato «SanBa» di Valentina Belli che racconta la realtà disagiata del quartiere di San Basilio nella periferia romana dominato dallo spaccio della droga.
«Con un linguaggio tra il documentaristico e il narrativo, con una fotografia dinamica, il film impone allo spettatore la riflessione su temi come la tossicodipendenza e la solitudine di un ragazzo che troppo presto ha dovuto affrontare le difficoltà della vita» si legge nelle motivazioni.
Per il concorso principale vince il Cariddino d’oro «Krisha» di Trey Edward Shults che racconta l’ambiente claustrofobico di una famiglia americana e il dramma di una donna costretta a pagare le conseguenze delle scelte del passato.
«Dramma psicologico nel quale si predilige l’inquadratura dinamica, paradigma del tormento interiore della protagonista e della famiglia».
Il TaorminaFilmFest si conclude stasera con la festa delle Winx al Palacongressi, destinata al pubblico più giovane e la finale al Teatro Antico dove Rupert Everett che stamattina ha tenuto una TaoClass affollata (mai come quella di Richard Gere) riceverà il Taormina Arte Awards circondato da nomi stranieri e italiani: da Gabriel Ripstein regista del film di chiusura “600 Miles” con Tim Roth, ai nostri Francesco Scianna e Anna Valle, James Mardsen.
Successo di pubblico al Teatro Antico per l’edizione affidata a Tiziana Rocca (il cui contratto scadrà nel 2016) in una Taormina strapiena di turisti mentre, come annuncia il segretario di Taormina Arte Ninni Panzera, è in fase avanzata la transizione verso la Fondazione e si prepara un programma per rilanciare gli spettacoli il Teatro Antico recuperando il Sinopoli Festival e il teatro."



 
Torna ai contenuti | Torna al menu